Chi siamo


20070331A_G



Fabio


Fatemi sedere comodamente; datemi un buon piatto ed un calice di ottimo vino; aggiungete un amico con cui chiacchierare e chiederò se il mondo è in vendita! Una gioia, per me piccolino, degustare con nonno Scursin gli agnolotti della tradizione piemontese con la verza nel ripieno o assaggiare nell'Emilia di papà i tortelloni di zucca dopo una fetta di indimenticabile prosciutto crudo; avevo solo 8 mesi quando mamma mi sminuzzò i miei primi quattro anolini nel brodo di manzo e cappone (con il collo del cappone ripieno), fatto dalla nonna di Fontanellato!

E' sempre stato un piacere girovagare alla ricerca di specialità enogastronomiche; è sempre stata una sfida, cercare ogni volta quel profumo, quell'aroma, quel gusto che superasse in delicatezza ed equilibrio quello appena provato. Dividere tutto ciò con gli amici è sempre stata una necessità: anzitutto perché un'emozione è più intensa quando puoi dividerla con loro; in secondo luogo perché confrontare pareri o scambiarsi consigli è indispensabile alla crescita!

Fra questi Nicola, la persona che più di ogni altra mi ha spronato a continuare nella mia ricerca; che più di ogni altra mi ha aiutato ad organizzare cene ed incontri che fossero momenti di condivisione e confronto. Dopo aver provato insieme tanti prodotti tipici, tante etichette e tanti ristoranti, la voglia di mettere in campo i frutti della nostra ricerca. Iniziai a proporgli qualcosa nel 2001, ma neppure io avevo le idee chiare: una piccola società di distribuzione dotata di un piccolo magazzino? No, meglio una cooperativa di consumatori! Ne parlammo a lungo, ma fra dubbi e paure non prendevamo mai la grande decisione. Circa un anno più tardi, Nicola, mi presentò il progetto di un'enoteca nel centro di Casale.

Il 6 dicembre 2003 inauguravamo "Soliti Ignoti - Delizie in Enoteca".

20070331B_G



Nicola


È una passione nata quando, con le braghette corte, per mano, mio papà Arturo mi avviò alla ricerca del buon cibo. Ho ancora in mente in maniera nitida il profumo del latte appena munto, il sapore intenso del formaggio di montagna, la fragranza del pane ancora caldo, la fetta di salame trasudante che si scioglieva in bocca, la torta della nonna con il primo profumato calice di dolce moscato. E poi le passeggiate in campagna nel mezzo dei filari dove l'aria inebriante emanava profumi di frutta. A casa era un rito offrire agli ospiti una barbera talmente consistente che, macchiava la bottiglia in maniera irreversibile.

E poi gli agnolotti fatti in casa, alla cui preparazione tutti davano un contributo, le conserve di frutta e verdura, la dolcezza delle frittelle e l'olio calabrese, profumato ed intenso. C'erano anche i banchetti al ristorante, dove univo la felicità del poter socializzare, a quella di poter assaggiare piatti nuovi, senza saltare nessuna portata, trovandone poi pregi e difetti. Ecco perché, in effetti mi ritengo un collezionista di profumi o meglio di sapori, ed ancora oggi dopo innumerevoli degustazioni, mi emoziono sempre davanti ad una nuova esperienza sensoriale. Nel 1992 accadde così l'imponderabile, conobbi FABIO e di lì a poco trovai un compagno di viaggio con il mio stesso interesse. Sono così passati più di dieci anni di grandi soddisfazioni enogastronomiche a zonzo per l'Italia, ed eccoci qui ad impegnarci con grande determinazione in una nuova avventura, che trasforma la nostra passione in lavoro.

Ed allora mi assumo una buona parte di responsabilità di tutto ciò. Era il dicembre 2002 e dopo una divertente serata a cena con un gruppo di amici (tanto per restare in argomento), obbligai FABIO a seguirmi, per una passeggiata a Casale. In pieno inverno, alle due di notte, si camminava solitari nel freddo pungente ed io illustravo il progetto, su cui fantasticavo da qualche tempo, di avviare un'enoteca. Dopo non poche titubanze e ripensamenti, riuscii a convincerlo ed a convincermi.

6 dicembre 2003
Inaugurazione